post

Da Vicenza alla NFL Academy al Blue Team Italy

Uragani nel mondo – Parte 1

E’ con grande orgoglio che stiamo seguendo le vicende straniere di nostri due atleti: Filippo Pinto e Elia Ofosu, rispettivamente impegnati in un’esperienza di sport e studio in Florida e in UK.

Oggi abbiamo voluto incontrare Elia che, fresco della partecipazione al raduno della nazionale Italiana Under19 del 12/13 Febbraio scorsi, ci ha concesso questa breve intervista.

Elia Ofosu, gioca negli Hurricanes dal 2017 e ha disputato con noi 2 campionati nazionali di flag football U17 e un Campionato Italiano di Football a 9 oltre ad un campionato tackle U19 in prestito ai Saints Padova nel 2019.

Il suo ruolo naturale è il Cornerback ma se la cava benissimo anche come Free Safety e Wide Receiver.

Il giovane classe 2003 sta seguendo da Settembre dello scorso anno il programma NFL Academy UK, che consente ai migliori talenti europei di crescere sotto la supervisione di tecnici scelti dalla NFL stessa, per poter quindi  facilitarne un domani il loro possibile approdo in college NCAA di prima divisione.

Ecco l’intervista:

Ciao Elia e ben ritrovato.

Per te un anno colmo di soddisfazioni sportive, prima l’accesso alla NFL Academy e poi la convocazione ai raduni del Blue Team U19 in vista degli europei di Luglio.

Per prima cosa raccontaci di come è nato in te l’interesse di entrare a far parte della NFL Academy e prova a descriverci questo interessante quanto ambizioso progetto.

Ho iniziato ad interessarmi alla NFL Academy trovando per puro caso la loro pagina su Instagram. Mi sono interessato sin da subito in quanto sembrava un bel programma e, guardando un po’ gli highlights, i giocatori sembravano molto bravi. Dopo un po’ di ricerche ho capito di essere nel range di età giusto per giocare e non ci ho pensato due volte. Ho messo insieme tutti i miei filmati dalla under 19 e dai pochi allenamenti durante la pandemia e ho mandato la domanda.

Fortunatamente, dopo la stagione cif9, il coach dei DB mi ha contatto dicendomi che ero stato selezionato.

Come si svolge normalmente il processo di selezione?

Il primo anno avevano fatto i provini dal vivo, ma con la pandemia le ultime due annate sono state selezionate solo in base agli highlights.

Qual è il programma di allenamenti tipico settimanale, e come lo si concilia con la scuola e lo studio?

Gli allenamenti sono 3 a settimana-che includono 1 ora di studio dei film, 2 di allenamento ed un’ultima di palestra-escludendo poi il lavoro personale.

Per la scuola invece, essendo molto diverso il sistema, lo studio lo si riesce a fare in parte anche al campus, nella aule studio, in modo da non essere troppo costretto coi tempi a casa. Le lezioni sono tutte le mattine, con aggiunti i due pomeriggi in cui non ci si allena.

Parlaci del livello tecnico dello staff e degli altri membri della squadra. C’è qualcuno che ti ha impressionato in modo particolare?

Il livello è molto alto in confronto a quello italiano e diversi dei miei compagni all’ultimo anno hanno ricevuto offerte da college americani. Inoltre, ho la fortuna di avere il coach di posizione, Marvin Allen, che ha giocato in NFL.

Recentemente hai avuto occasione di partecipare ai raduni del Blue Team U19 e quindi di paragonare il livello tecnico dei nostri migliori atleti giovanili nazionali con quello degli studenti della NFL Academy. Secondo te, quanti di questi troverebbero senza problemi spazio e potrebbero già competere ad un simile livello?

Nonostante il livello generale delle giovanili  italiane sia più basso rispetto all’Academy, al raduno c’erano sicuramente un po’ di giocatori che potrebbero facilmente giocare qui a Londra.

L’anno scorso hai potuto giocare poco nel CIF9 a causa di un infortunio che ti ha tenuto lontano dal campo per quasi tutta la stagione. Pensi di riuscire quest’anno a riscattarti e giocare qualche partita? Magari proprio quelle più decisive?

Nonostante l’infortunio mi è piaciuto moltissimo contribuire alla nostra campagna nei playoff nazionali la scorsa stagione. Se l’occasione si presentasse sarei decisamente entusiasta di giocare insieme ai miei compagni Hurricanes !!!

Hai legato con qualche compagno di squadra in particolare?

In difesa siamo un bel gruppo unito e tra tutti i meeting difensivi e gli allenamenti siamo ormai tutti vicini l’uno con l’altro.

Cosa ti sta mancando maggiormente dell’Italia?

Sicuramente il clima ed il cibo ahahah!

Vuoi mandare un saluto ai tuoi compagni Hurricanes?

Daje belli che quest’anno si vince tutto!!! Buona fortuna in regular season e ci vediamo ai playoff

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.