Untitled Document

 

Hurricanes sconfitti dai Bengals

Foto Claudia Scalia

Termina 6 a 13 in favore degli ospiti, la seconda gara stagionale degli uragani biancorossi.
La partita ha visto il dominio della squadra di Brescia per tutto il primo tempo e solo nella seconda frazione di gioco, i vicentini hanno rialzato la testa e tentato la rimonta, senza però riuscire nell’impresa.

La cronaca:
Partono in attacco gli Hurricanes da una buona posizione di campo. Ma le due corse di Kidd producono poche yard e il lancio incompleto di Reis, li costringe subito al punt.

I Bengals chiudono subito due primi down con le corse del receiver Tinti, ma si complicano la vita con un holding che li porta a giocare un primo down e 20 yard. E’ la difesa vicentina ora a concedere poche yard di guadagno, e a difendere bene i lanci del quarterback Turotti. I Bengals puntano riconsegnando palla ai vicentini in touchback.

Nel drive successivo gli Hurricanes non riescono ancora a sbloccarsi e nonostate la ricezione di Cola, non riescono a guadagnare alcun primo down. Il calcio di allontanamento consente ai Bengals di ripartire dalla linea delle 36 yard offensive.

I primi due giochi portano ad altrettanti primi down. Nelle azioni successive è invece la retroguardia vicentina ad avere la meglio difendendo prima la corsa di Barbolla e poi quella di Cristiano.
E’ sul terzo tentativo però che l’attacco bresciano riesce ad andare a segno con Tinti. Il calcio è buono per il momentaneo 0 a 7.

Gli Hurricanes tornano in attacco e partono meglio, con le ricezione di Sacchetti che conquista il primo down e di Cola. Ma i 2 lanci incompleti che ne seguono obbligano Reis a calciare nuovamente il pallone che rotola all’esterno del campo sulle 15 yard Bengals.

La squadra bresciana, determinata, orchestra un ottimo drive di corse, arrivando ben presto nella red zone biancorossa. E’ qui che Turotti, su una play action, innesca il touch down di Viviani. Il calcio viene bloccato per il parziale di 0 a 13.

Hurricanes, nuovamente in fase offensiva, guadagnano appena un primo down con la ricezione del rookie Marchetti per poi consegnare l’ovale agli avversari con l’ennesimo punt.

Nel drive seguente, i Bengals provano ad allungare nuovamente ma vengono controllati dalla difesa vicentina, che non permette loro di superare la metà campo. Chiudendo il primo tempo sullo 0 a 13.

Il secondo tempo si riapre con un ottimo ritorno di Kick off dei bresciani che partono già dalla metà campo Hurricanes. E’ abile la difesa biancorossa ad arginare l’avversario ed intercettare il pallone, consentendo al proprio attacco di ripartire sulle 30 yard difensive.
I lanci completi su Cola e il primo down guadagnato da Gaspari, permettono di muovere la palla. Al quarto down giocato alla mano però, la ricezione di Nardon è corta di un soffio, restituendo il pallone agli ospiti.

I Bengals insistono con un ottimo gioco di corse, alternando Tinti, Barbolla e Cristiano.
E’ su uno screen pass per quest’ultimo a scaturire il fumble forzato dal difensore Carbone, che coperto dal compagno di squadra Kidd, offre agli Hurricanes una chance di rimonta.

L’offense vicentina appare finalmente determinata a riaprire la gara ed è il receiver Giaretta a catturare la palla con un salto acrobatico, che consente agli Hurricanes di muoversi a ridosso della metà campo. Lo stesso quarterback Reis guadagna altre 13 yard con una corsa personale. Sono poi tre falli consecutivi dei Bengals ad offrire ai vicentini la ghiotta opportunità di andare a segno, giocando un primo down ad 11 yard dalla goal line avversaria. E’ al quarto tentativo che Reis lancia per Nardon che riceve miracolosamente il pallone ad una mano, realizzando il touch down. Il calcio è bloccato per il 6 a 13.


Nella foto, il touchdown di Nardon

La difesa vicentina vuole ad ogni costo riaprire la partita, arginando abilmente l’attacco bresciano, che pasticcia uno snap che vede rotolare la palla pericolosamente all’indietro. Il fumble è coperto dal quarterback Bresciano, ma porta ugualmente al punt gli ospiti.

Mancano 3 minuti e 20 secondi alla fine e gli Hurricanes ripartono dalle proprie 29 yard. Le corse di Reis e Kidd, permettono di guadagnare due primi down, superando la metà campo. E’ il sack della difesa bresciana a forzare un lancio al quarto down,che intercettato da Tomagra, spegne le chance dei biancorossi.

Con un minuto restante sul cronometro, ai Bengals non resta che consumare il tempo rimasto per chiudere la gara.

Queste le parole del cornerback Veluscek, autore di ben 8 placcaggi:”È stata una partita abbastanza combattuta. In difesa abbiamo concesso un po' troppo sui giochi di corsa ma in generale abbiamo difeso discretamente. Ora abbiamo 6 allenamenti per prepararci al meglio in vista della prossima partita. Dobbiamo tenere alta la concentrazione”

Gli Hurricanes torneranno in campo domenica 29 marzo in trasferta contro i Redskins Verona, a caccia del primo risultato utile della stagione.
Posted on 09 Mar 2015 by ufficio_stampa
Mastini Verona 16 - Hurricanes Vicenza 14

Foto di repertorio

Mastini Verona 16 - Hurricanes Vicenza 14
Inizia in salita la stagione 2015 degli Hurricanes


Alla prima uscita stagionale, i vicentini non riescono ad espugnare il velodromo di Pescantina, perdendo 16-14 una partita giocata interamente sul filo del rasoio. Gli Hurricanes, per gran parte della gara danno l’impressione di poter mettere a segno la stoccata vincente da un momento all’altro, ma la discontinuità nel gioco e il notevole numero di penalità a sfavore, hanno permesso ai Mastini di capitalizzare efficacemente gli errori di copertura della difesa vicentina, conquistando così la vittoria.

La cronaca dell’incontro:
Parte in attacco la squadra vicentina. Il primo drive di studio, vede l’alternarsi delle corse di Rigoni e Kidd, e termina con un punt che consente ai Mastini di ripartire nella propria metà campo.

I Mastini iniziano il loro primo drive offensivo guadagnando subito 2 primi down per poi ritrovarsi a giocare un terzo e lungo che riescono a chiudere sfruttando alcune incertezze dei vicentini in fase di placcaggio.
Saranno poi due lanci completi sul ricevitore Mattia Cambi, abile a guadagnare ulteriori yard dopo la ricezione, a portare in vantaggio gli scaligeri. Il calcio addizionale entra per un soffio tra i pali ed è 7 -0 per i padroni di casa.

Sul successivo kick off return, gli Hurricanes portano l’ovale a ridosso della metà campo.
L’attacco biancorosso appare più determinato e riesce così a raggiungere l’endzone con un buon lancio di Reis che vede Kidd libero in profondità. Nardon calcia tra i pali ed è 7 – 7

La palla torna ora alla squadra veronese che riesce a fatica a muovere il pallone, dovendo ricorrere ben presto al punt.

L’offense vicentina torna in campo con 2 minuti da giocare e altrettanti time out a disposizione.
Il primo gioco è una corsa centrale di kidd che permette agli Hurricanes di superare la metà campo.
Seguono due bei lanci completi su Fabio Cola che riesce in entrambe le occasioni ad uscire dal campo bloccando il cronometro.
Gli Hurricanes sono ora a ridosso dell’endzone con 4 tentativi a disposizione. Il primo lancio per Giaretta è lungo e cade incompleto.
Il secondo lancio su Kidd, è impreciso e non permette al ricevitore di raccogliere il pallone.
Con 3 secondi sul cronometro, gli Hurricanes scelgono di giocare alla mano il terzo down, piuttosto che tentare il field goal.
Reis ha tempo per lanciare e vede Giaretta ben posizionato in mezzo al campo, ma il lancio è ottimamente coperto dalla difesa Gialloblu che defletta il pallone, chiudendo così il primo tempo in parità.

Nel secondo tempo, assistiamo ad una crescita delle difese di entrambe le squadre, abili a prendere le misure sul rispettivo avversario.

I Mastini partono in attacco ma la difesa vicentina ferma ottimamente i primi 2 tentativi di corsa.
Su un terzo e dieci, completano un passaggio di poche yard. Sarebbe quarto down, ma la crew arbitrale giudica falloso il placcaggio del cornerback Ferraro (schierato in difesa per l’occasione ndr), offrendo quindi ai Mastini un primo down e 15 yard di avanzamento.
La scena si ripete poco dopo, quando è Kerr a subire la penalità per un placcaggio giudicato in ritardo sul portatore di palla, che porta i Mastini in red zone.
La difesa Hurricanes reagisce bene, fermando le corse dei Mastini e coprendo bene sul terzo down.
Al quarto tentativo, i Mastini calciano il field goal, tornando in vantaggio 10 a 7.

Gli Hurricanes rialzano la testa e ripartono alla grande con le corse dei soliti Rigoni e Kidd, che consentono a Reis di servire Cola in mezzo al campo che con un’abile spin move, elude il placcaggio avversario e segna uno splendido touchdown. Il calcio addizionale è buono, portando il punteggio sul 10 a 14 per gli ospiti.

Al rientro in campo è la difesa vicentina a sopraffare le azioni offensive dei Mastini costringendoli ad un “3 and out”.

La defense veronese non è però da meno, forzando la squadra vicentina a riconsegnare nuovamente l’ovale con un punt.

I Mastini in possesso del pallone sulla metà campo, iniziano a guadagnare yard avvicinandosi pericolosamente all’endzone vicentina. E’ un assedio, che viene prontamente difeso dalla retroguardia vicentina, finchè non è un lancio corto per il runningback veronese a consentire ai Mastini di siglare il definitivo vantaggio. Il calcio non è buono. 16 a 14.

Gli Hurricanes, tornano in fase offensiva un po’ spenti e vengono dominati nuovamente dalla difesa scaligera che li obbliga ben presto al calcio di allontanamento.

Nel drive seguente i Mastini tentano in ogni modo di sigillare il risultato ma devono fare i conti con la difesa vicentina, determinata nel voler riconsegnare palla alla propria offense.
E’ il sack di Carbone, che placa il quarterback scaligero in profondità, a riaccendere le speranze nella squadra baincorossa.
Nel punt che ne segue il linebacker Scapin sfiora, ma non blocca il calcio per pochi centimetri. Il pallone viene comunque ben ritornato da Kidd sino alle 30 yard difensive.

Con più di un minuto sul cronometro, l’obiettivo degli Hurricanes è quello di mettere punti sul tabellone ad ogni costo, raggiungendo perlomeno una distanza adeguata per tentare il field goal.
Il primo lancio del quarterback vicentino però, viene abilmente intercettato dalla difesa veronese che spegne così ogni possibilità di rimonta.

Ai Mastini non resta che inginocchiarsi 3 volte per chiudere la gara.

Il ricevitore Fabio Cola, commenta così la gara: “È stata una partita sofferta e ben giocata da entrambe le formazioni. Da parte nostra siamo riusciti ad esprimere un buon gioco nonostante qualche penalità di troppo. Sono inoltre contento per come siamo riusciti a giocare togliendoci la tensione che ci ha accompagnato nelle prime due amichevoli pre-stagionali. Rimane comunque il rammarico di non essere riusciti a chiudere la partita e portare a casa la prima vittoria, ma ci sono tutte le basi per poter fare un ottimo campionato e toglierci più di qualche soddisfazione, è tutto nelle nostre mani“.

Per gli Hurricanes, è già ora di pensare alla prossima partita. Domenica 8 Marzo, ci sarà l’esordio casalingo al polisportivo di Creazzo. Alle 14.30 andrà in scena Hurricanes Vicenza – Bengals Brescia.
Posted on 04 Mar 2015 by ufficio_stampa

<< Previous 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 Next >>

Content Management Powered by UTF-8 CuteNews

Login per gli amministratori

 

Untitled Document
DATE
OPPONENT
SCORE
02/03
AT MASTINI
L
06 - 43
09/03
VS REDSKINS
L
20 - 27
23/03
AT SAINTS
L
12 - 17
06/04
VS MASTINI
L
14 - 43
13/04
AT REDSKINS
W
27 - 15
04/05
VS SAINTS
W
19 - 15
18/05
AT CRUSADERS
W
21 - 20
25/05
VS MULI
L
39 - 14
TEAM
W
L
%
MASTINI VERONA
6
2
750
SAINTS PADOVA
3
5
375
HURRICANES VICENZA
3
5
375
REDSKINS VERONA
2
6
250
Untitled Document
- 2009, 2010, 2011, 2012, 2013 © Hurricanes Vicenza ASD - 69ers Vicenza ASD -
- Vicenza Hurricanes American Football Team - Il Football Americano a Vicenza -