Untitled Document

 

Si spengono le luci sulla stagione lenaf 2014 per gli Hurricanes Vicenza


I Saints riescono nell’impresa di rovesciare il risultato, vincendo la partita con uno scarto di 5 punti, sufficienti a garantirgli l’accesso ai play-off, a discapito dei vicentini.

La Cronaca.
Si gioca la prosecuzione dell’incontro sospeso il 23 marzo, verso la fine del terzo quarto di gioco, a causa di un violento temporale.
Si riparte dal punteggio inizialmente acquisito di 7 a 12 per gli ospiti, dalla stessa posizione di campo, un primo e dieci per i Saints appena oltre la linea di metà campo e 4’ e 40” allo scadere della terza frazione di gioco.

I Saints agguerritissimi, sanno di dover segnare subito per poter riaprire i giochi e grazie ad alcune corse di Garofalo e Fantin macinano le prime preziose yard.
La difesa Hurricanes reagisce bene, ma è un fallo per un placcaggio avvenuto sul quarterback in un’azione di option, a consegnare ai Saints la palla a ridosso della goal line.
Touch down che arriva puntualmente su corsa, trasformato al piede per il sorpasso. 14–12 per i padroni di casa.

Gli Hurricanes dopo il kick off ripartono dalle proprie 25, giocando un pessimo drive con 2 corse in negativo e uno screen pass poco produttivo che li costringono al punt.

Nel frattempo si entra nell’ultimo quarto di gioco, con un risultato che pur dando la vittoria ai Saints, consentirebbe ancora agli Hurricanes di raggiungere i playoff in virtù della differenza punti.
Con i Saints in attacco dalla propria metà campo, la difesa vicentina tira fuori le unghie, concedendo agli avversari solo un paio di primi down per poi riconsegnare la palla al proprio attacco.

L’offense vicentina, guidata dal quarterback Roberto Sauro, tra i pochi autori di una buona prestazione, riesce a completare alcuni buoni lanci su Cola, Ferraro e Nardon guadagnando diversi primi down sino a raggiungere la metà campo. Venendo però intercettati su un lancio profondo, che consente ai Saints di tornare in attacco.

La difesa vicentina ferma il primo tentativo di corsa e fa buona guardia sui lanci successivi, costringendo i Saints a giocarsi il quarto down all’altezza della metà campo. Ma la difesa Hurricanes c’è e ferma anche in questa occasione l’attacco avversario.


Il Quarterback Roberto Sauro in azione (foto archivio)

Con due minuti da giocare e il possesso del pallone, agli ospiti non basterebbe che segnare per portare a casa la partita e i play off.
In questo drive anche le corse sembrano funzionare e arriva anche un fallo personale sul quarterback ad agevolare la situazione, raggiungendo finalmente un primo down a ridosso della red zone patavina.

Qui gli Hurricanes scelgono di giocare conservativo, per far scorrere in fretta il cronometro nel tentativo di esaurire ulteriori chance degli avversari di segnare.
La prima corsa di Rigoni termina con una perdita di ben dieci yard. Si gioca un secondo down e 20.
Gli Hurricanes corrono ancora per un guadagno di zero yard. Al terzo down Sauro vede Ferraro libero andare in profondità e lancia la palla che sembra poter chiudere la partita, ma un incredibile intervento difensivo, defletta il pallone facendolo cadere incompleto.

Al quarto down, a 30 yard dalla goal line Saints, I vicentini provano il punt. Pellizzari calcia un punt perfetto che viene fermato a una yard dal touch back da Kerr.
Prodezza, quella dello special team vicentino, vanificata da un fallo per errato allineamento dei giocatori sulla linea di scrimmage. Nessuno avrebbe mai pensato che quel fallo sarebbe poi costato così caro.
Nella ripetizione dell’azione, infatti, il punt viene bloccato dai Saints e riportato per tutto il campo sino a pochi centimetri dalla goal line.

Ora i Saints hanno in mano l’occasione di chiudere la partita. Compito non facile però contro una difesa Hurricanes mai doma, che stoppa con caparbietà ben tre tentativi prima che i Saints vadano per il field goal al quarto down.
Ai padroni di casa basterebbero infatti proprio quei 3 punti per accedere i Play off e gli Hurricanes lo sanno.
Lo snap parte e l’holder pasticcia tendando di correre in endzone ma il solito Scapin recupera e lo placca. Partita finita? No, perché anche questa volta c’è una flag sul terreno di gioco, questa volta per un fuorigioco difensivo che consente ai Saints di riprovarci.
Questa volta la field goal unit dei patavini non fallisce, portando il risultato sul 17 a 12.

Con 2 secondi sul cronometro non resta poi che giocare l’ultimo kick off return che viene prontamente fermato, decretando la fine della partita e della stagione degli Hurricanes.

Un risultato, quello di ieri che ha premiato la squadra più determinata, e che consapevole di non avere niente da perdere ha giocato a viso aperto e senza timore.

Per gli Hurricanes resta la consapevolezza di aver giocato una prima stagione di Lenaf al di sopra delle aspettative, a contendersi l’accesso ai playoff sino all’ultimo scontro.

Una stagione però dalle molte luci e dalle molte ombre, che ha visto l’alternarsi di prestazioni superlative a giornate assolutamente nere.

Sarà compito del coaching staff e dei giocatori lavorare per colmare queste lacune, alla ripresa dell’attività. Ma ora purtroppo, è tempo di andare in vacanza.
Posted on 01 Jun 2014 by ufficio_stampa
Crusaders Cagliari 20 - Hurricanes Vicenza 21


Gli Hurricanes Vicenza tornano vittoriosi dalla loro prima trasferta "oltremare" contro i Crusaders Cagliari.

La cronaca: gli Hurricanes iniziano in attacco con un drive molto veloce composto da corse e lanci corti, che si corona in un passaggio ricevuto da Nardon in end zone. Il calcio è buono e ci si porta sullo 0-7.
La palla passa ai Crusaders, ma la difesa vicentina tiene bene e il primo quarto di gioco giunge alla fine.
Nel secondo quarto, gli ospiti tornano in attacco, ma i padroni di casa riescono a recuperare la palla con un intercetto che li fa partire da un'ottima posizione e permette loro di concretizzare rapidamente con un lancio su Pisu. La trasformazione ha successo e il risultato muta in 7-7.
Gli Hurricanes tornano in attacco ma vengono fermati dai sardi, che recuperano la palla tornando in attacco. La difesa degli Hurricanes regge e il secondo quarto termina. I team vanno negli spogliatoi sul 7-7.
I Crusaders cominciano il secondo quarto con un ottimo kick off return che permette loro di iniziare il drive di attacco nella metà campo Hurricanes. Gli isolani riescono così a segnare con un altro lancio su Pisu, anch'esso trasformato per il 14-7.
L'attacco Hurricanes sembra faticare, giocando un quarto down nella propria metà campo che si trasforma in primo down grazie ad un lungo guadagno di Cola. Poi alcune buone corse di Rigoni portano i vicentini a pochi centimetri dalla endzone permettendo a Reis di segnare su corsa per il 14-14.
Dopo un drive giocato dai Crusaders senza segnature, la palla torna agli Hurricanes, che percorrono l'intero campo con ottime ricezioni di Cola, Ferraro e Giaretta, segnando con una corsa per il 14-21.
Il tempo stringe e i padroni di casa tirano fuori le unghie, effettuando un lancio lungo che si ferma a pochi centimetri dalla goal line, superata nel gioco successivo con un salto acrobatico da parte del running back cagliaritano, che segna il 20-21. Gli isolani cercano di prendere due punti con la trasformazione, ma vengono fermati dal placcaggio di Matteo Rizzo, classe 1994, proveniente dal vivaio vicentino.
Ormai a pochi minuti dalla fine dell'incontro, entrambe le squadre perdono il possesso dell’ovale a causa di un fumble per parte. E’ Caprio a recuperare il pallone che permette agli Hurricanes di controllare in attacco gli ultimi istanti di gioco.

Gianluca Antonio Rigoni, running back in forze agli Hurricanes sin dalla nascita della squadra e protagonista di molte azioni chiave della partita, commenta così: "È stata una partita molto combattuta e sul filo del rasoio fino all'ultimo secondo e il punteggio lo attesta. Penso che abbiamo giocato tutto sommato una buona partita, peró abbiamo davvero commesso molti errori, spesso di mera concentrazione, soprattutto sul fronte offensivo: troppe false partenze e troppi turnover. Dobbiamo certamente lavorare per limare questi saltuari cali di attenzione in vista dei prossimi incontri. Un plauso a tutta la formazione Cagliaritana per la sportivitá e la correttezza. Il football è prima di tutto un piacere e un divertimento e quando ci si confronta con delle belle persone l'esperienza è sempre molto appagante."

Gli Hurricanes giocheranno la loro seconda gara interdivisionale domenica 25 maggio al polisportivo di Creazzo, contro i Muli Trieste. Kick off ore 15.30
Posted on 21 May 2014 by ufficio_stampa

<< Previous 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 Next >>

Content Management Powered by UTF-8 CuteNews

Login per gli amministratori

 

Untitled Document
DATE
OPPONENT
SCORE
02/03
AT MASTINI
L
06 - 43
09/03
VS REDSKINS
L
20 - 27
23/03
AT SAINTS
L
12 - 17
06/04
VS MASTINI
L
14 - 43
13/04
AT REDSKINS
W
27 - 15
04/05
VS SAINTS
W
19 - 15
18/05
AT CRUSADERS
W
21 - 20
25/05
VS MULI
L
39 - 14
TEAM
W
L
%
MASTINI VERONA
6
2
750
SAINTS PADOVA
3
5
375
HURRICANES VICENZA
3
5
375
REDSKINS VERONA
2
6
250
Untitled Document
- 2009, 2010, 2011, 2012, 2013 © Hurricanes Vicenza ASD - 69ers Vicenza ASD -
- Vicenza Hurricanes American Football Team - Il Football Americano a Vicenza -